Questo sito utilizza cookie per il funzionamento e la migliore gestione del sito. I cookie tecnici e di analisi statistica sono già stati impostati. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Cookie Policy. Proseguendo, acconsenti all’utilizzo di cookie.
  • Piazza Passerini 10, Soprazocco di Gavardo, 25085, BS
  • 0365376170
  • 18, Sep 2021

    Da circolare FEDERFARMA di ieri 17 Settembre:
    I TAMPONI SALIVARI RAPIDI NON VALGONO PER IL GREEN PASS.

    Certificazioni verdi (Green pass) e test salivari (art. 4)


    È stata introdotta una modifica all’art. 9, comma 1, lettera a) del d.l. 52 del 22.4.2021 in tema di definizioni “Certificazioni Verdi Covid-19” in forza del quale viene specificato che, ai fini del rilascio del certificato verde, il test molecolare può essere eseguito su un campione salivare, nel rispetto dei criteri stabiliti con circolare dal Ministero della Salute.

    Anche al fine di riscontrare i numerosi quesiti pervenuti da diverse organizzazioni territoriali, è quindi evidente che il Legislatore, a seguito dell’introduzione di tale novità, ha voluto ammettere il prelievo di campione salivare, ai fini del rilascio delle certificazioni verdi, unicamente per test molecolari e non per i test antigenici rapidi, attualmente eseguiti in farmacia.

  • 🔴Attenzione!
    17, Sep 2021

    🔴Attenzione!🔴
    Sono stati ritirati lotti di 🟧Polase Difesa Inverno🟧
    É un prodotto che non ho mai tenuto ma potreste averlo preso al supermercato o altrove. Essendo famoso e diffuso verificate di non averlo in casa. Nel caso interrompete l'assunzione. Raffaella

  • 16, Sep 2021

    Questo tipo di test serve quando non capite a cosa siete intolleranti o volete una conferma più specifica. É su prenotazione e si basa un piccolo prelievo di sangue dal dito. Per info visitate il sito NatrixLab

  • 16, Sep 2021

    instagram.com

  • Farmacia di Soprazocco di Raffaella Greco
    15, Sep 2021
  • Foto dal post di Scuola dell’Infanzia Paritaria Parrocchiale Soprazocco
    14, Sep 2021

    💓

  • Farmacia di Soprazocco di Raffaella Greco
    13, Sep 2021

    Se il vostro bimbo si sveglia nel cuore della notte con una tosse insistente, non catarrosa, ma secca, che ricorda un suono di un canne che abbaia... e può avere anche una voce roca (o un pianto roco).
    Ovviamente non riuscite più a dormire perché la situazione si fa continua.

    👉Con buona probabilità si tratta di una LARINGITE, ovvero una infiammazione della laringe (corde vocali comprese). Alcuni bimbi lo sperimentano più volte di seguito e i loro genitori diventano dei veri "esperti" perché riconoscono subito quel tipo di tosse.

    Per i meno esperti vediamo quando la situazione è una urgenza:
    ✔ Se lo stato generale è compromesso (febbre alta, malessere, estrema debolezza...)
    ✔ Se il bimbo respira a fatica (emette uno stridore)
    ✔ Se non riesce più a deglutire la saliva per il dolore.

    Negli altri casi la parola d'ordine è sfiammare:
    il vostro pediatra vi prescriverà degli antinfiammatori, ma non frattempo potete già migliorare la situazione con alcune modifiche dell'ambiente: la laringite migliora notevolmente respirando aria fresca e umida (come quella che c'è fuori la notte) e peggiora con il caldo secco (come quello in casa con i caloriferi accesi)✨

    Ventilate la camera, nella misura possibile.
    Se la temperatura esterna vi sembra troppo bassa, potete vestire il bimbo e fargli respirare un po' di aria schiudendo una fessura della finestra.
    Succede molto spesso che i bambini migliorano durante il tragitto in pronto soccorso e i genitori dicono "Giuro che tossiva tantissimo, poi siamo usciti e ha smessi".
    Ma noi vi crediamo, la laringite fa così!

    Questo e altri contenuti sul libro "Il tuo pediatra in casa" 🙂

    #iltuopediatraincasa #pediatria #laringite #tosse #bambinietosse #pediatracarla

  • Foto dal post di L'Erbolario
    11, Sep 2021

    Foto dal post di L'Erbolario

  • 11, Sep 2021

    #capellisani #cutesana
    Questa settimana è durata 10 giorni! La concludo con un piccolo consiglio per la sera del sabato. Per il cuoio capelluto secco faccio due volte al mese un impacco con olio di mandorle puro (di grado alimentare) e burro di karité.
    ⭐Sciolgo prima il burro di karité in mano (è solido a temperatura ambiente).
    ⭐Poi lo mescolo con olio di mandorle e comincio a passarlo piano piano su tutto il cuoio capelluto.
    ⭐Poi li spazzolo delicatamente per distribuire l'impacco anche sulle lunghezze.
    ⭐Chiudo tutto o con un asciugamano morbido e sottile o con una cuffietta da doccia e ci dormo una notte.
    😎 Dopo la doccia sono morbidissimi e restano pieni e lucenti almeno 5 giorni.
    #buonanotte

Telefono